Proud to be Alex-Addicted!

Vedere i segni

di Wendie Burbridge / Speciale per lo Star-Advertiser

 

Molti hawaiani credono nei segni. Ci vengono inviati dai nostri antenati, soprattutto attraverso sogni o visioni.

L’apparizione di un ‘amakua (dio della famiglia), i cambiamenti del meteo e delle fasi lunari e delle maree, spesso mettono in guardia da un pericolo imminente, ma altrettanto spesso portano buone notizie. I sogni possono rivelare il nome di un bambino; una visone può alleviare il dolore o la pena. Vedere segni inviati da coloro che sono venuti prima di noi è una buona cosa, perché arrivano sempre in profondo aloha.

Per i fan di “Hawaii Five-0”, che nelle scorse tre settimane hanno impazientemente guardato repliche, i segni che l’episodio di questa settimana sarebbe stato molto speciale erano chiarissimi. La pubblicità che ha circondato l’ingaggio di Melanie Griffith come la madre di Danno, Clara, il ritorno di Daryl Hannah nel ruolo dell’agente immobiliare Cherie Tranton e l’accenno che la storia dietro al personaggio di Chi McBride sarebbe stata rivelata sono stati tutti di buon augurio per i fan.

Detto in poche parole, “Pale ‘ia”, tradotto dalla CBS come “Segreti sepolti”, è stato un altro episodio forte. Mentre il procedurale poliziesco è stato un po’ banale, è stato un modo intelligente di usare il titolo. “Pale ‘ia funziona bene per il concetto di segreti sepolti”, ha detto il dirigente della Hawai’i Island Film ed esperto di lingua hawaiana T. Ilihia Gionson. “Pale’  [pronunciato come si scrive in italiano, N.d.T.] può significare coprire o difendere, così pale ‘ia significa coperto o difeso, come sarebbe un segreto ben sepolto.”

“Pale” significa anche “messo da parte, impedito, difeso, schermato, protetto; ed ignorare un ordine o una legge”, tutti elementi usati in questi episodio. 

Clara Williams (la Griffith) ha visto tutti i segni e si è sentita messa da parte da suo marito Eddie (Tom Berenger, che farà un’apparizione in “Malalo o ka ‘ili” il 14 marzo). Così è venuta alle Hawai’i per comunicare a Danno (Scott Caan) la notizia che i suoi genitori si stanno separando dopo 38 anni di matrimonio.

Frattanto, McGarrett (Alex O’Louhglin) ha lavorato per impedire all’intrepido giornalista dell’Honolulu Register, Sean Hutton, di scrivere un articolo su Lou Grover (McBride). McG ha tentato di difendere il suo nuovo amico dal giornalista, ed alla fine ha fatto in modo di proteggerlo senza preoccuparsi delle conseguenze.

Danno voleva mettere al riparo se stesso e le sue sorelle dal divorzio dei suoi genitori ed anche impedire che i suoi genitori soffrissero più di quanto non già stessero facendo. Come sempre, Danno fondamentalmente vuol proteggere Gracie (Teilor Grubbs) anche se si tratta soltanto di makeup e stare alzata troppo a lungo leggendo sotto le coperte.

Nell’indagine della Five-0 di questa settimana, l’avvocato difensore Gerard Burns (Michael Green, vero avvocato hawaiano, che ha interpretato anche l’avvocato di Aaron Brenner nell’episodio “E Mālama” della prima stagione) ha ignorato gli ordini della legge e la sua posizione come ufficiale del tribunale per procurarsi una pistola irrintracciabile ed uccidere la sua moglie adultera ed il di lei amante. E poi seppellire i loro corpi in un modo orribile.

Detto in poche parole, un titolo niente male per un episodio che ha scavalto profondamente nelle emozioni e nelle preoccupazioni. Le scene tra Danno e sua madre sono state dolceamare. Clara ha ragione; non importa quanto sei grande, quando i tuoi genitori divorziano, fa male. Mi è piaciuto molto come la reazione di Danno non sia stata soltanto per se stesso, ma che fosse anche preoccupato per sua madre e di dover dare la notizia ai suoi figli, proprio come si è sentito lui quando ha dovuto dire a Gracie che lui e Rachel si stavano separando.

“Tu e papà siete la mia ancora”, ha detto, anche se sembra che ora sia Danno l’ancora di Clara. È stato un bel modo di discostarsi da Mamma McG, perché anche se Doris mi piace, non mi piace del tutto come madre di McG. Mi piace molto di più Clara come madre di Danno, ma chiamarla Mamma Williams non mi sembra adatto al personaggio. Penso che dovrà accontentarsi di Clara.

Devo ammetterlo, ero un po’ trepidante riguardo alla Griffith che interpreta la madre di Danno. L’ultima cosa che volevo era vederla usare il suo accento da “Donna in carriera” e sembrare più newjerseyana di quanto vorremmo. Sono molto contenta che, anche se ha decisamente una “grossa personalità”, sia grandiosa nei panni di una donna appena divorziata che sembra voler vivere la vita e scoprire chi è, oltre che soltanto una “signora” o una “mamma”.

Il cargument McG-Danno-Clara è stato il migliore che ho visto da un po’ di tempo a questa parte, e mi è piaciuto molto quanto veloce è stata a capire le sfumature condivise tra suo figlio ed il suo miglior amico. L’umorismo ci aiuta sempre a superare le parti dure della puntata.

Ed è stata dura vedere le scene tra McG e Grover. Osservare l’emozione trasparire attraverso il suo viso ed una lacrima scendere lungo la sua guancia ha reso ancor più sconvolgente il suo ricordo della notte in cui ha preso la decisione che gli è costata di più che soltanto la morte di un bambino piccolo. So che molti fan di “Five-0” sono lieti dell’aggiunta di McBride al cast, ma dopo la sua storia ed il modo in cui ha steso le mani – non solo in cerca d’aiuto, ma anche per aiutare McG – beh, quello può aver reso davvero più saldo l’amore dei fan.

C’è stato così tanto da godere in questo episodio, non soltanto le scene drammatiche e le ulteriori rivelazioni di McBride e Danno, ma anche McGarrett ed il suo feroce senso protettivo verso i suoi amici. Forse McG ha bisogno di affittare il suo divano, perché ha dato consigli a Danno sul modo di aiutare Clara (mentre stavano bisticciando riguardo a chi dei due avesse la peggior relazione madre-figlio) e poi ha ascoltato Grover sfogarsi, il tutto mentre rivela che forse dovrà affrontare alcuni dei suoi propri demoni. Potremmo avere altri “lavori interiori” di McG nei prossimi episodi.

Inoltre, nell’episodio di questa settimana, abbiamo avuto un po’ del dinamico duo di Chin (Daniel Dae Kim) e Kono (Grace Park) mentre fanno a pugni con qualche cattivo e lavorano al tavolo magico, e Max (Masi Oka) che trasforma l’analisi di un cadavere nel divertente gioco “Indovina quale serial killer sono?”

Abbiamo anche avuto una breve scena con uno dei personaggi preferiti dai fan, il sergente Duke Lukela (Dennis Chun), mentre aiutava Kono nel magazzino reperti della polizia di Honolulu. Anche se tutte queste scene sono state brevi e stringate, è stato bello vedere alcuni altri membri del team che non vedevamo da un po’.

Sono rimasti ancora sette episodi di questa stagione, e dopo tutti i segni rivelati nella puntata di questa settimana, sono eccitata all’idea di scoprire quali altri segreti gli autori di “Five-0” riveleranno.

 

POSCRITTO

Secondo “Booking Hawaii Five-O: An Episode Guide and Critical History” di Karen Rhodes, nello “Hawaii Five-O” classico la parte di Clara Williams (che era la zia di Danno nell’episodio “Ritirarsi alle soleggiate Hawaii – per sempre”) è stata interpretata da Helen Hayes. Danno, naturalmente, era interpretato da James MacArthur, ed anche se la Hayes interpretava la sua eccentrica zia, molti sanno che era la vera madre di MacArthur.

La Hayes ricevette una nomination all’Emmy come “miglior attrice principale per singola apparizione in una serie drammatica o commedia” per la sua interpretazione di Clara. Mahalo a Dennis Chun per avermi prestato il libro della Rhodes dalla sua biblioteca personale.

Al neo nominato dirigente della Hawai’i Island Film T. Ilihia Gionson piacerebbe molto che “Hawaii Five-0” venisse girato sull’isola di Hawai’i [Big Island, N.d.T.]

“Sto aspettando di accordarmi con i produttori ed il team creativo per portare alcuni episodi sull’isola di Hawai’i”, ha detto.

Mi piacerebbe molto vedere Danno e McG che inseguono un sospettato sulle formazioni di lava di Thurston al vulcano. O che ne direste di Chin e Kono che guidano a rompicollo delle moto da cross su desolati campi di lava, solo per doversi bloccare dove la lava si riversa nell’oceano?

Kamuela [al secolo Waimea, piccola città di Big Island, N.d.T.] è conosciuta per i suoi ranch ed i suoi cavalli; forse Joe White dovrebbe comprare un ranch lì e sistemarsi. È molto più facile aiutare la squadra se è lontano soltanto un braccio di mare piuttosto che trovarsi in Montana.

Comunque, sono soltanto alcuni pensieri di un’intrepida blogger.

Traduzione a cura di Mariangela Mariga per Hawaii Five 0 – Italy

 Fonte

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...