Proud to be Alex-Addicted!

Five-0 Redux: Diventare davvero jerseyiano.

 

Di Wendie Burbridge – Speciale per lo Star Advertiser

Soltanto quando ho visto Scott Caan interpretare un agente di polizia di Newark in “Hawaii Five-0” ho imparato che c’è di più nel New Jersey che italoamericani e criminali. Avendo vissuto alle Hawai’i per quasi tutta la mia vita, tutto ciò che prima sapevo del New Jersey proveniva da “Saturday Night Live”.

Non ridete – la mia conoscenza del New Jersey era tanto ampia quanto alcuni tizi dei media sapevano delle Hawai’i prima che “Five-0” venisse trasmesso in televisione. Quando sono negli Stati Uniti continentali, alcuni mi domandano ancora se mi “piace abitare fuorimano”. Dato che le Hawai’i sono uno Stato [dell’Unione, n.d.t.] fin dal 1959, non è una domanda a cui rispondere facilmente. E se guardate “Five-0”, saprete che gli abitanti delle Hawai’i indossano scarpe, hanno l’acqua corrente in casa e internet (non sto scherzando – sono tutte domande che mi sono state poste nel corso dell’anno passato).

Quando recentemente ho chattato con l’originaria del New Jersey Mari Ippolito, ho saputo che, come me, anche lei voleva sfatare alcuni stereotipi riguardo al suo Stato. Era contenta di vedere come “Hawaii Five-0” si impegni fortemente per far sì che i suoi personaggi sembrino persone e agenti di polizia reali, non semplicemente delle caricature.

“Qui amiamo Danno, forse perché è nostro”, ha detto. “È come qualsiasi altro ragazzo carino che conosciamo.”

La Ippolito, una art director cresciuta vicino a Newark e che ora abita a dodici miglia a ovest della città, mi ha contattata tramite Fred, un sergente veterano del dipartimento di polizia del New Jersey. È stato in servizio per venticinque anni, diciassette dei quali come sergente di pattuglia, lavorando “sul campo”. Sono stati entrambi esaurienti nel procurarmi un quadro molto chiaro di come sia un “vero poliziotto del New Jersey”, ed entrambi concordano che il detective Danny “Danno” Williams centra il bersaglio.

“I newjerseyiani sono spesso mal rappresentati in tv e nei film”, ha detto la Ippolito. “Veniamo presentati come se avessimo un brutto accento, volessimo tutti essere “Il mio cugino Vinny” con brutti capelli e pessimi caratteri. Nessuno qui dice “Joise” e non siamo tutti criminali. Per la maggior parte siamo americani di seconda o terza generazione che lavorano duro e siamo stati educati formalmente, spesso perché i nostri genitori e nonni non hanno avuto la possibilità di andare all’università. Tuttavia, ci piace Springsteen e/o Bon Jovi e ci siamo guadagnati la nostra reputazione di duri.”

Proprio come il personaggio che Caan interpreta, a Danno piace la pizza “mozzarella, salsa [di pomodoro] e pasta” ed è conosciuto per aver proclamato il suo amore per Springsteen. Ho chiesto alla Ippolito se si aspettava di vedere Danno come un detective della polizia di Newark.

“Ero intrigata”, ha detto. “Pensavo ‘speriamo che non sia uno stereotipo’. Siamo già stati sufficientemente messi in imbarazzo da personaggi mal scritti e reality show che ci umiliano collettivamente.”

Quando ha guardato l’episodio pilota, ha ricevuto una chiamata da suo cugino, un tenente di polizia del New Jersey.

“Mentre guardavamo, abbiamo visto l’interpretazione di Danno fatta da Scott Caan e siamo rimasti entusiasti! Non aveva capelli neri unti; non aveva un accento (veniamo spesso rappresentati con accenti di Staten Island imbastarditi); era acuto, sarcastico, e divertente; parlava velocemente; ed era un bravo, onesto poliziotto”, ha detto la Ippolito.

I fan di “Five-0” amano il fatto che Danno sia un bravo poliziotto. Molto è stato detto sul fatto che vuol rispettare le regole, e se c’è una cosa che lo infastidisce di più riguardo al suo intrepido collega McGarrett, è che qualche volta a McG non piace fare le cose “come un poliziotto”. Non che McGarrett voglia infrangere la legge o diventare disonesto, ma ha decisamente un’idea diversa della procedura operativa standard.

Quando ho chiesto al sergente Fred riguardo al lavoro con colleghi e compagni ufficiali, è stato molto sincero riguardo la sua esperienza.

“Trascorri più tempo col tuo collega e con la tua famiglia di polizia che con tua moglie, pertanto si crea un certo legame, che non hai con nessun altro”, ha detto. “So che è un cliché, ma la tua vita ed il tuo benessere dipendono letteralmente dal tuo collega e dai ragazzi con cui lavori.”

Quando ha detto questo, ho immediatamente pensato alla relazione di Danno con McGarrett. Dipendono l’uno dall’altro ed è sicuramente parte della ragione per cui ci piace guardare la serie.

È stato grandioso anche sentire che l’interpretazione data da Caan di Danno è risultata realistica da più fonti.

“Come originario del New Jersey, sono stata entusiasta della ricerca per il personaggio che deve aver fatto Peter Lenkov, che ha scritto il pilota”, ha detto la Ippolito. “Danno aveva tutti modi di fare, di parlare e usava le invettive di un vero jerseyiano, la dedizione e l’onestà dei poliziotti che conosco da sempre, e il fiero amore per la figlia che lo rende così amabile. Il riferimento che fa il personaggio: ‘Divento veramente jerseyiano in questa cosa’ durante un cargument con McG, come pure la pronuncia e l’uso di colloquialismi come “mootz” per dire mozzarella, sono degli indicatori. Prima che venisse trasmesso il terzo episodio, avevo discusso della serie con svariati cugini ed amici che sono tutti poliziotti e detective di Newark in servizio o in pensione. Adorano Danno. Anch’io io lo adoro. Ci rappresenta.”

Mentre la Ippolito è stata risolutiva riguardo all’accuratezza di Danno come newjerseyiano, il sergente Fred mi ha aiutata a capire la vita quotidiana di un agente di polizia del New Jersey. Il suo punto di vista sul lavoro di polizia e di come vengono trattate le prove è stato molto interessante. Anche se non era un detective durante i suoi anni nelle forze dell’ordine, ha avuto una grande esperienza con le scene del crimine.

“Nella maggior parte dei dipartimenti, la Divisione Pattuglie tratta le chiamate iniziali, la messa in sicurezza della scena del crimine, il rapporto preliminare, e qualsiasi riscontro di prove”, ha detto. “Una volta che arrivano i detective, si ritira. Alcuni casi, come gli omicidi, possono richiedere mesi o addirittura anni per giungere ad una risoluzione. Ho lavorato ad alcuni omicidi che erano davvero brutali, ma di nuovo, anche quando dovevo andare in tribunale a testimoniare, era soltanto riguardo al mio coinvolgimento iniziale, non per l’intero caso.”

Gli ho chiesto come il dipartimento di polizia del New Jersey vedrebbe una task force come quella nella serie.

“Una task force è sostanzialmente un gruppo di individui accuratamente scelti incaricati di rispondere a problemi specifici”, ha detto. “Come sergente, passerei le informazioni relative ad uno specifico caso al mio capitano. Se potesse venir fatto a livello di pattuglia, prenderei alcuni individui che credo possano fare il lavoro, li lascerei lavorare in borghese per un po’, e poi, dopo un certo tot di tempo, rivaluterei la situazione. Se fosse qualcosa che richiede molto tempo, come un problema di droga o di gang, sarebbe demandato alla divisione appropriata e trattato là.”

Le sue risposte mi hanno ricordato molto di ciò che McG è stato incaricato di fare dal governatore Jameson nel pilot. Quando gli ho chiesto quale fosse la parte più soddisfacente nell’essere un poliziotto, la sua risposta è suonata molto famigliare.

“L’espressione di soddisfazione sulla faccia della gente e i ringraziamenti che ricevi quanto sai d’aver fatto la cosa giusta per loro”, ha detto. “Per la maggior parte del tempo, il lavoro di pattuglia è noioso e senza eventi. Ci sono momenti in cui devi essere uno psicologo e un consulente matrimoniale tutto insieme. E essere un detective significa più lavoro burocratico e duro che qualsiasi altra cosa.”

Il sergente Fred ha anche condiviso la sua opinione riguardo a come i poliziotti sono visti dai media.

“Abbiamo sentito tutti parlare del Muro Blu del Silenzio… ma non è tanto un muro di silenzio bensì un muro di incomprensione riguardo a cosa passiamo. C’è una linea sottile sottile tra ciò che facciamo in un istante e ciò che il pubblico generico vede come criminale. Finché non hai camminato nelle scarpe di un poliziotto, non potrai mai capire che cosa significhi. Non è un lavoro facile, e non è facile diventare un agente di polizia. Se lo fosse, tutti potrebbero farlo. Pertanto, sì, abbiamo un’affinità gli uni per gli altri e tendiamo a uscire insieme come singoli e come famiglie. (E) non tolleriamo poliziotti corrotti, grazie mille!”

Pertanto Danno che denuncia il suo ex collega corrotto, il modo in cui la squadra Five-0 ha formato una ohana assai unita, il fatto che sembrano fidarsi soltanto gli uni degli altri – anche questo è tutto reale nei poliziotti nella vita vera.

“Danny Williams è un personaggio che siamo orgogliosi di ‘reclamare’ come newjerseyiano”, ha detto la Ippolito. “È quello che sono veramente i poliziotti con cui sono cresciuta; dediti, lavoratori instancabili e molto leali verso le loro famiglie, i loro lavori ed i loro colleghi. Perdono molti eventi famigliari perché sono impegnati a tenerci al sicuro. Lottano col fatto di perdere molto tempo famigliare, proprio come fa Danno, ma ci sono, quando hai bisogno di loro. Detto tutto questo: bravo ‘Hawaii Five-0” e grazie, Scott Caan, per averci dato un personaggio che siamo orgogliosi di definire nostro.”

Apprezzo che “Hawaii Five-0” sembri fare non soltanto le procedure investigative giuste – fanno anche i personaggi giusti, e questo è il motivo per cui i fan lo guardano ogni settimana.

 

 

 

Traduzione a cura di Mariangela Mariga per Hawaii Five 0 – Italy

Fonte

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...