Proud to be Alex-Addicted!

La homepage di Hawaii Five-0 della TNT ravvivata.

 

Con il lancio di Hawaii Five-0 sulla rete televisiva via cavo della TNT ad appena una settimana di distanza – la prima stagione debutta alle 21.00 di giovedì 8 agosto con due episodi “Pilota” e “Ohana” – la homepage di Hawaii Five-0 della TNT è ravvivata sul sito web della TNT. Finora, il sito include una guida agli episodi della prima stagione, una galleria di foto pubblicitarie, una descrizione generica della serie, biografie del cast, interviste del tipo domanda/risposta con i protagonisti della serie Grace Park e Scott Caan ed una dichiarazione stampa che include una lista degli episodi agostani.

Le interviste testuali in stile domanda/risposta con Grace Park e Scott Caan appaiono entrambe datate alla prima stagione, il che è in linea con i tempi di trasmissione della TNT.

Un estratto dell’intervista a Scott – “L’uomo Scott è in scena”:

D: Come ti prepari per il ruolo di Danny Williams?

SC: Beh, la buona notizia è che questo ruolo mi viene facile. Sento che c’è molto di me nella parte, così sento che per la maggior parte con questo ruolo non dovrò far altro che memorizzare le mie battute e colpire nel segno e divertirmi, sai… Sai, il solo modo di fare una serie come questa è immaginarsi un modo per divertirsi. Alex O’Loughlin ha un lavoro davvero duro, un lavoro davvero duro, perché il suo ruolo non è il più divertente da fare, e deve tornare e farlo ogni giorno. Per me, ci sono molte scene in cui devo solo farmi vedere e divertirmi.

D: Qual è stata la cosa più gratificante nell’accettare questo ruolo?

SC: Beh, sono nello show business da molto tempo e non avevo mai avuto proprio i ruoli che volevo avere. Ho recitato in Ocean’s Eleven, ero il decimo tipo in quel film. Sai, Casey [Affleck] per esempio, ha continuato e ha ottenuto buone parti e gli sono stati offerti buoni film, e io no. Sai, ho sprecato molto – non ho sprecato tempo, ma ne sono uscito e ho fatto i miei propri film e speso un mucchio di soldi miei nei film e volevo essere John Cassavetes. Non volevo essere Tom Cruise, sai, e così ne paghi il prezzo. E per un qualsiasi motivo il mio marchio non mi ha portato ad un punto dove potevo fare esattamente quello che volevo. E ci sono cose che voglio proprio davvero fare e devo cogliere opportunità come questa. Questa è un’onda, sai, e devi proprio cogliere quei momenti nella vita, quando gli dici di no, ti guardi indietro e pensi, “Dio, mi domando dove sarei ora se l’avessi fatto”. Perché vedi, in definitiva, ho superato i trent’anni e le cose che voglio fare sono ancora di là da venire.”

Un estratto dell’intervista a Grace – “Venite a conoscere Grace Park”:

D: Non sei digiuna dal recitare in una serie televisiva. Cosa rende questo ruolo diverso da tutti gli altri che hai interpretato finora?

GP: Sembra che con Hawaii Five-0 io riesca a percepire meglio la formula. Voglio dire, lavoravo in The Cleaner che era sempre una specie di procedurale e lo è diventato ancor più nella seconda stagione, ma mi sembra che qui puoi sentire meglio il ritmo, del tipo, “Oh, qui è la parte divertente tra McGarrett e Danno”, e “Oh, forte, abbiamo la parte d’azione”, che significa botte – mi piace. E poi ecco, bene, risolviamo il caso. Sai, mi sento come se vedessi meglio quei pezzi nella storia. È quasi come The Matrix, non come quando scendono le lettere verdi, ma puoi cominciare a vedere come delle figure dentro a ciò, perciò non so se è perché ho un po’ più d’esperienza o se è per il modo in cui – o parlare con gli autori e poi leggere gli episodi o vedere le cose in modo diverso e ovviamente questa è una macchina molto più grande. Non sono mai stata in un’emittente televisiva come questa e anche essere in una delle serie probabilmente più quotate di una grande emittente, è come se stessi cavalcando una grande onda.

D: Qual è stata la cosa più gratificante nell’accettare questo ruolo?

GP: Direi che mi ci è voluto un po’ per notarlo, ma mi sento come se fossi davvero più scema che su qualsiasi set io sia mai stata. E normalmente è perché sto lavorando con qualcuno che me lo tira fuori, sai, un grande senso dell’umorismo che fa ridere tutti, o alcune delle relazioni che ho avuto. Ma in questa serie assolutamente, amo la gente che ci lavora, ma è come se mi rendessi conto per la prima volta di sentirmi così libera e semplicemente così rilassata e sciocca e strana e posso semplicemente andarmene in giro e fare tutto quello che voglio e mi rendo conto di non essere mai stata così finora. E poi ho pensato questa è una delle cose che mi porterò dietro, sai, il che è qualcosa di più personale, che non ha niente a che fare col lavoro.”

 

Traduzione a cura di Mariangela Mariga per Hawaii Five 0 – Italy

Fonte

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...