Proud to be Alex-Addicted!

Non più in tempo in prestito

Questa settimana abbiamo celebrato il Veterans Day [Giorno dei Veterani, festività statunitense dedicata ai veterani di tutte le guerre, n.d.t.], il giorno in cui ringraziamo i nostri soldati, marinai, aviatori, guardie e marines, e ricordiamo le guerre e le battaglie che hanno combattuto per nostro conto. Così sembra appropriato che l’episodio di questa settimana sia stato trasmesso nel Veterans Day – dato che McGarrett e svariati dei nostri compagni della squadra sono veterani. E mentre Danny tecnicamente non è un veterano, è però un agente delle forze dell’ordine e in passato ha pagato un prezzo simile. Come i veterani militari, le nostre forze di polizia hanno coraggiosamente servito le nostre comunità e dovremmo sicuramente ringraziarli per il loro duro lavoro e servizio.

L’episodio di questa settimana, intitolato “I ka wā mamua”, è tradotto “In un tempo passato” dalla CBS. È decisamente vicino all’obiettivo; dal dizionario hawaiano, “I ka wā mamua” significa “prima, in tempi passati, precedentemente”.

Ha decisamente senso questa settimana, dato che Danno racconta la storia del suo passato. Il personaggio di Scott Caan può avere una lingua tagliente e provare rabbia prima di provare felicità – tranne se state parlando di sua figlia – ma la sua storia è sempre stata un po’ tenue. Finora.

Per me è stato affascinante osservare Danno comprendere che è stato un certo tipo di poliziotto prima di diventare padre, trasferirsi lontano da casa ed associarsi con McGarrett. Aggiunto all’esperienza che ha avuto con la sua precedente partner e la tragedia seguita quel giorno, tutto ciò ha fatto di lui un poliziotto migliore, un padre migliore ed un uomo migliore.

La puntata di questa settimana ha avuto molti elementi che mi piacciono della serie – l’apertura a cliffhanger della storia di Danno, assieme al frenetico inseguimento del loro sospettato nel centro di Honolulu solo per trovare un torace pieno di bombe, mi ha portato sull’orlo del divano. Aggiungete la gaie scene per l’acquisto dell’abito di Gracie, l’amabile presa in giro della squadra a Danno riguardo alle sue capacità di ballerino, come anche la macabra contentezza del puzzle del cadavere di Max sulla scena del crimine – tutto ha aiutato ad accrescere la tensione e il ritmo di questo episodio.

Questo è stato un episodio ad altissima tensione, e mentre non voglio mai pensare che i terroristi siano prendendo di mira la mia isola, so che dopo gli eventi dell’11 settembre e le attuali continue tensioni nel Medio Oriente, questa è una possibilità concreta e reale. Questo lo posso capire.

La scorsa stagione, abbiamo tutti sussultato osservando McG che veniva torturato con l’elettroshock in Corea del Nord da Wo Fat in “Ki’ilua”. Pertanto suppongo che in questa stagione sia stato il turno di Danno di subire un trattamento brutale. Tutto è equo in bromance e sangue, ritengo. Ma sono stata davvero male per quanto brutale sia stato osservare Danno venir colpito con la pistola e pestato – anche se era un flashback. Forse è stato perché mi aspettavo un trattamento da epoca del Vietnam da Wo Fat, e McG è un Navy SEAL addestrato, così anche se ho dovuto distogliere gli occhi per gran parte dell’ordalia di McG, sapevo che ce l’avrebbe fatta. So per sicuro che i SEAL vengono effettivamente fatti passare attraverso addestramenti molto pesanti per venir resi capaci di sostenere molti livelli di tortura ed interrogatorio, così vedere McG sopportare il dolore e fuggire è stato molto credibile.

Ma Danno – il nostro cuor-gentile, papà di Gracie, amabilmente sarcastico Danno – che viene pestato e torturato in stile gangster, è stato perfino più difficile da guardare. Ho proprio sollevato le mani per bloccare la vista dello schermo. Voglio dire, non penso che mandino i poliziotti del Jersey all’addestramento SERE (Sopravvivenza, Evasione, Resistenza ed Evasione), come fanno i Navy SEAL. Il SERE è un programma che addestra i SEAL a “sopravvivere e a resistere al nemico”, che si traduce pressappoco con “come sopravvivere attraverso la tortura e non svelare informazioni sul tuo Paese”. Sono alquanto sicura che non fa parte del normale addestramento di poliziotti del New Jersey.

Pertanto la storia di Danno riguardo al suo caso più difficile è stata così tanto più difficile da vedere. E mentre le scene in flashback del passato di Danno erano difficili da guardare, l’intero episodio è stato finora il migliore di questa stagione. La linea narrativa centrata su Danno è stata ben distribuita tra il suo passato, il presente, e la sua futura associazione con McGarrett, e sua figlia Gracie. Le scene con Danno e Gracie mentre comprano il vestito e al ballo padri-e-figlie sono state semplicemente troppo carine e dolci. Sono alquanto sicura di aver sentito un “ooohhhh!” collettivo in giro per il mondo quando ha comprato a Grace il suo primo abito da sera, e quando si sono presi mano nella mano per ballare.

Accoppiato con l’azione e l’intensità delle scene con McGarrett e la bomba, giustapposto con le ugualmente straordinarie scene con gli attori ospiti Terrence Howard, Rapper T.I., e Sydney Tamiia Poitier [figlia del mostro sacro del cinema Sydney Poitier, n.d.t.] nei panni della sfortunata parnter di Danno, Grace Tillwell, tutto ha aiutato a rendere questo uno show molto forte per “Hawaii Five-0”.

La discussione di Danno con McGarrett mentre aspettavano il loro sospettato in auto ha davvero colpito nel segno. L’idea che viviamo nella “Fortezza America”, che i nostri figli non conoscono un tempo dove non stavamo combattendo guerre oltreoceano, e forse pensano a “tempi di pace” come a qualcosa che accadeva tanto tanto tempo fa – quello è un pensiero che mette tristezza.

Ma dopo aver visto com’è finita la storia di Danno riguardo alla sua amica Grace – la sua sfortunata partner del New Jersey e omonima di sua figlia – e l’inizio degli eventi dell’11 settembre a New York City, posso vedere dove questi pensieri sono nati. “Tempo in prestito”, lo chiama. L’idea che avrebbe potuto non avere questa vita con Gracie, perché ha quasi perso la vita quel giorno nel suo passato, e che in qualsiasi momento tutto potrebbe finire.

E poi, appena dopo che ha detto questo a McGarrett, incontra il signor Bomba-sul-torace e la sua 100% Danno-promessa a Gracie sembra essere finta. Questo non vi ha fatto tirar su il fiato bruscamente?

Sono state scene come questa che hanno reso questo episodio straordinario ed un piacere da guardare. Questa puntata sembrava aver tutto – una forte sensazione di ‘ohana’, un procedurale che ho potuto godermi e più informazioni riguardo ad un personaggio che amo – che lo ha reso un deciso centro pieno, per me. Aggiungete le scene con il Segretario alla Difesa a Palm Circle a Fort Shafter, con tutti quei soldati molto veri in formazione, e vedere tutto questo al Veterans Day è stato più commovente di quanto mi sarei aspettata.

E poi Danno è uscito da quel magazzino e ha visto il fumo nero sopra la sua città del New Jersey, e ho ricordato quel giorno quando ho visto quello stesso fumo sul mio schermo televisivo, mio figlio di quindici mesi in braccio, mio marito marinaio che stava tornando dal suo lavoro, e ho saputo, proprio come Danno, che le nostre vite non sarebbero più state le stesse.

Pertanto questa settimana, di tutte le settimane in cui questo episodio avrebbe potuto venir mostrato, “Hawaii Five-0” non avrebbe potuto calcolarlo meglio – ed in effetti non avevano pianificato di trasmettere questa puntata durante il Veterans Day. Questa puntata avrebbe dovuto venir trasmessa la scorsa settimana. Ma “Five-0” aveva bisogno di un po’ di fortuna, e penso che con questo episodio sono tornati sulla giusta strada. Forse “Hawaii Five-0” non sta più lavorando a “tempo in prestito”.

Traduzione a cura di Mariangela Mariga per  Hawaii Five 0 – Italy

Fonte

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo che telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...