Proud to be Alex-Addicted!

Santo crossover: ‘NCIS: LA’ e ‘Hawaii Five-0’ mantengono viva una stravagante tradizione televisiva

 È sempre un brivido strano per gli spettatori quando personaggi di una popolare trasmissione televisiva passano del tempo nell’universo gli uni degli altri. Come a dire, che ci fa Mork venuto da Ork nel soggiorno dei Cunningham in “Happy Days” chiedendo a Fonzie consigli sul corteggiamento? Prima che riusciate a dire ”santo triplo crossover”, la premessa diventa ancor più divertente quando Fonzie decide di far provare Mork le proprie mosse sulla sua amica Laverne, di “Laverne & Shirley”.

Questo programma risalente alla fine degli Anni Settanta era un esempio della magia multipiattaforma della ABC prima ancora che il termine esistesse.

Normalmente i crossover servono per dirigere la luce della ribalta di una trasmissione di successo su di una nuova. Ma qualche volta si sviluppano dalla pura ammirazione di una stella per un’altra, come quando le stelle di “Absolutely Famous” si sono ritrovate ad ubriacarsi in un episodio di “Roseanne” nel 1996. Era l’ultima stagione di quella serie e Roseanne Barr desiderava produrre una versione statunitense dell’irriverente serie britannica, ma la cosa più vicina che è riuscita a fare – dato che il comportamento di Patsy ed Edina non avrebbe mai superato la censura delle emittenti televisive primarie – è stato di averle nella sua serie.

Questa settimana il cast dei drammi procedurali della CBS “Hawaii Five-0” e “NCIS: Los Angeles” si fanno visita nei rispettivi Stati per risolvere un crimine assieme. Per strano che possa sembrare che questi due serial non correlati si mettano insieme, non è poi così artificioso.

“La task force che lavora nelle Hawaii è contemporanea all’unità speciale che lavora a Los Angeles”, dice il creatore di “NCIS: LA” Shane Brennan. “Dopo l’11 settembre, c’è una cooperazione molto maggiore e molte più task force multi-giurisdizionali che lavorano assieme, così abbiamo sviluppato questa cosa, che funziona in questo mondo [di finzione].”

L’indagine, che riguarda qualcuno che minaccia di diffondere un virus mortale, comincia lunedì sera con “Five-0” alle Hawaii, prima di balzare sulla terraferma il martedì, quando si collega con “NCIS: LA”.

Una palese connessione personale al caso manda i personaggi di “NCIS: LA” G. Callen (Chris O’Donnell) e Sam Hanna (LL Cool J) alle Hawaii. Poi, quando il sospettato abbandona le isole per LA, tornano d’un salto alla casa dagli occhi rossi, portando con loro Danny Williams (Scott Caan) e Chin Ho Kelly (Daniel Dae Kim) di “Five-0”.

Brennan dice che spalmare la storia su due episodi ha un senso. “Saltano sull’aereo sabato sera e volano a LA il martedì, così ha quel particolare senso di svolgersi in tempo reale”, dice.

Mentre la tempistica è stata facilissima per lo staff di autori di ciascuna serie, catturare l’atteggiamento e il ritmo stabiliti per le guest star è stato più complicato.

“Il pubblico di entrambe le serie deve dire, ‘Sì, sono i nostri ragazzi!’”, dice Brennan. “Non possono semplicemente entrare [nell’altra serie] e non essere i personaggi che i fan sono giunti a conoscere.”

Per lavorare a questo, le due serie hanno chiesto ai propri autori di fare un piccolo crossover per conto loro – “cavalcando assieme” ed ottenendo di essere citati nei titoli gli uni nella serie degli altri.

“Per mantenere aderenti al canone quei personaggi [che hanno fatto il crossover]”, aggiunge Brennan, le due serie hanno anche “spezzato le storie, delineato e lavorato ai copioni assieme.”

L’unica cosa che per poco è andata persa tra i due show è stato il guardaroba.

“Ad un certo punto, Callen e Sam stavano per indossare delle camicie hawaiane”, ricorda Brennan con un sogghigno, “Ho detto, ‘No, non penso che funzioni per il nostro pubblico.’”

Mentre il crossover potrebbe diventare un “top” degli indici d’ascolto – sono due delle serie più popolari della CBS – Brennan dichiara che lo hanno fatto solamente per il divertimento dei fan.

“Si siederanno e diranno, ‘È stato divertente, è stato diverso, è stato grandioso da guardare’”, dice. “Se i nostri numeri e quelli di ‘Five-0’ salgono, anche quello è grandioso.”

Traduzione a cura di Mariangela Mariga per Hawaii Five 0 – Italy

Fonte

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...