Proud to be Alex-Addicted!

NCIS: Los Angeles fa visita a Hawaii Five-0


Sul set di NCIS: Los Angeles in questo giorno di marzo ci sono ancor più galli nel pollaio del solito. Il numero di omaccioni abbronzati che indossano magliette troppo attillate è improvvisamente raddoppiato, e così il fuoco di fila di battute botta e risposta.

Alcuni dei tutori della legge qui presenti hanno necessità di venir vaccinati contro il vaiolo, dato che la loro missione è di fermare un folle intenzionato ad infettare la popolazione con il virus. “Non sono un grande fan degli aghi”, squittisce Eric Christian Olsen nel ruolo di Deeks. “Ti compro il gelato se non piangi”, gli promette Kensi (Daniela Ruah). Linda Hunt, ovvero Hetty, si comporta da donna con nonchalance dicendo a Deeks: “Potresti sentire un po’ di pizzicore”. “Probabilmente non è la prima volta”, aggiunge Scott Caan, che interpreta il detective Danny Williams.

Dite aloha al Paese incantato dei crossover TV. L’episodio in due parti inizia il lunedì di Hawaii Five-0 con Callen (Chris O’Donnell) e Sam (LL Cool J) che si recano alle Hawaii per aiutare a localizzare un terrorista del vaiolo – che potrebbe essere semplicemente qualcuno del passato di Callen. L’azione continua la sera seguente su NCIS: Los Angeles, quando Danny e Chin Ho (Daniel Dae Kim) rendono visita sulla terraferma ai loro colleghi investigatori della Marina. “È un’alleanza”, dice LL Cool J, “Avete questi due tostissimi team che devono fermare questo tizio prima che faccia del male a gente innocente. A volte il compito è troppo grosso per una sola squadra.”

Il creatore di NCIS: LA Shane Brennan può parlarne. “I crossover non sono facili da gestire quando si lavora nella stessa città”, dice, “e quando l’altro show viene girato a cinque ore di volo di distanza, è una sfida particolarmente grossa.”

A rendere le cose ancor più complicate, la seconda parte del crossover – la puntata di NCIS: LA – non è stata girata per prima, ma addirittura prima ancora che gli attori avessero avuto il copione per Hawaii Five-0 in cui inizia la storia. “È stato un po’ come lavorare all’incontrario”, dice O’Donnell. Aggiunge LL Cool J: “Abbiamo comunque girato talmente tanto fuori sequenza che ormai andiamo oltre l’immaginabile. È semplicemente parte di ciò che facciamo come attori. A volte dobbiamo giocare un campionato di NBA senza la palla da basket.”

L’immediato cameratismo tra i cast ha aiutato a rendere il lavoro più facile. “Daniel e Scott si sono perfettamente integrati”, dice O’Donell. “È davvero divertente per me vedere facce non famigliari in questa stanza, perché è il primo episodio dove tutti avevano il permesso speciale per entrare nella sala operazioni.” Le guest star finora non erano mai state autorizzate ad avvicinarsi al quartier generale super segreto in stile ispanico della serie più che alla stanza sulla barca [la sala interrogatori, n.d.t.], ma le altre guest star non attraggono 10 milioni di spettatori a settimana, ciò che merita sicuramente un pass speciale. “E per noi, è strano andare alle Hawaii e interpretare gli stessi personaggi, ma con una troupe completamente diversa”, aggiunge O’Donnell. “È una cosa alquanto bizzarra.”

Caan concorda. “Ci sono parti nel fare questo [crossover] che sono strambe”, dice. “Ci sono autori nel nostro show che hanno scritto quaranta e rotti episodi, così sanno le cose mie o di Daniel. E poi noi andiamo a dire agli autori di NCIS: LA, ‘Ehi, gli dai un’occhiata?’ Potete essere scettici riguardo a questo. Ma io ritengo che abbia funzionato davvero bene. E quando stai lavorando sempre con la stessa gente, è molto divertente lavorare con persone nuove – ed essendo costoro LL Cool J e Chris lo rende ancora migliore.”

Uno di questi personaggi, in particolare, lo ha reso migliore per Caan. “Non voglio togliere niente a Chris, ma LL Cool J è certamente qualcuno che ho seguito per più di metà della mia vita”, dice Caan. “Sono cresciuto ascoltando musica hip-hop. Abbiamo avuto un bel po’ di lunghe conversazioni, ed è veramente un tipo acuto. Nel giro di due settimane, mi ha fatto cambiare idea su un mucchio di cose importanti, e io sono alquanto testardo.” Caan non vuole entrare nello specifico, ma allude al fatto che LL Cool J insiste che occorre equilibrio tra il perfezionismo e il fare semplicemente il proprio lavoro, cosa che ha colpito profondamente la sua mentalità riguardo al lavoro. Dice Caan: “Ha decisamente il dono della leadership.”

Mentre Brennan ammette che l’idea degli episodi crossover è venuta dai vertici della CBS, questo matrimonio apparentemente forzato non ha effettivamente nuociuto a niente. “Non c’è nessun ordine dall’alto”, dice. “Hanno detto, ‘Che ne pensate dell’idea?’ E [il produttore esecutivo di Five-0] Peter Lenkov ed io abbiamo detto che era una grande idea.”

“Per me in quanto musicista è come due band che se ne vanno in giro assieme in tour”, dice LL Cool J sul motivo per cui l’idea gli sia piaciuta. “Sai, non c’era nessuna ragione per non farlo. È semplicemente una miglior esperienza per la gente che compra il biglietto. E non credo che possa danneggiare nessuno dei due show.”

 

Traduzione a cura di Mariangela Mariga per Hawaii Five 0 – Italy

Fonte

“E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...