Proud to be Alex-Addicted!

Alex O’Loughlin per InStyle

Crediamo fare cosa gradita a tutti nel postare le meravigliose foto, tratte dal servizio di Alex per InStyle di Aprile 2011, con la relativa traduzione.

* Ross *

Uomo di classe, Alex O’Loughlin

E’ stato un vampiro (Moonlight), un dottore (Three Rivers), il fidanzato produttore di formaggi di Jennifer Lopez (The Back-up Plan). Ora nel riavvio di “Hawaii Five-o” sulla CBS, Alex O’Loughlin ammoderna uno dei più popolari eroi della TV degli anni settanta. Il suo capitano di corvetta, Steve McGarrett, cattura malviventi di altro profilo, con lo sfondo delle spiagge assolate e delle ragazze in bikini di Honolulu. In quanto Aussie che interpreta questo personaggio americano enormemente iconico, mi sento veramente onorato”, dice. “Grazie per la fiducia”.

Steve McGarret è un eternamente-accigliato paraculo. E’ difficile essere così stoico tutto il tempo?

“E’ il personaggio più difficile che ho interpretato perché è sempre tanto serio. Il Danno di Scott Caan (lo spiritoso compagno di Steve) è molto più vicino a quello che sono io; Danno scherza sempre e rompe le palle. Ma i nostri due personaggi in definitiva scherzano – soprattutto durante i “carguments” (contrazione di car e arguments: discussioni in auto).

Amiamo i “carguments”. Questo bromance viene portato anche nella vita reale?

Scott è tagliente, veloce, mi fa stare all’erta ed alle Hawaii vive dietro l’angolo di casa mia. E’ stato il motivo principale che mi ha indotto a fare surf. Ma quando stai insieme per 15 ore al giorno a girare, non ti togli il trucco dicendo “ci vediamo a casa tua, amico”.

Quindi, chi ti incontra a casa tua? McGarrett è famoso per aver mancato appuntamenti a cena a favore del “Barry White time” in camera da letto. Sei simile?

Lo ero. Non fraintendermi. Il “Barry White time” è estremamente importante.

Ora sono interessato al cervello di una donna. Le donne sono intrinsecamente più complesse degli uomini. Cerco una donna che sia intelligente, divertente e che non pensi necessariamente che io sia divertente ma che capisca il mio umorismo abbastanza da farle roteare gli occhi e dialogare con me.

Molte donne si sono innamorate di te quando interpretavi il vampiro detective Mick St. John nella serie Moonlight. La tua serie ha debuttato prima che colpisse la follia di Twilight. Come ci si sente?

Sono orgoglioso di questo show. Ci ho lavorato davvero duramente, tipo venti ore al giorno. Non avevo capelli bianchi prima di girare Moonlight. E’ divertente: il pilot si chiamava originariamente Twilight, ma lo hanno rigirato e hanno detto “dobbiamo chiamarlo in altra maniera perché c’è questa cosa che sta per uscire che usa lo stesso titolo”.

Nonostante una feroce campagna a sostegno da parte dei fans, Moonlight è stato cancellato dopo una sola stagione. E’ stato come essere impalettati?

Sono stato triste perché sono sempre stato un fan del genere vampiresco. Mi piace la descrizione di Anne Rice del vampiro Lestat e dei libri che lei ha scritto 25 anni fa. Sono stato affascinato da questa mitologia. Affascinato quindi da New Orleans, ecco perché ci sono stato in vacanza.

New Orleans è una città di gran classe. Ti sei sentito all’altezza, con il tuo personale grado di fashion?

Vivo alle Hawaii ora e nessuno indossa abiti qui, ma io sono sempre stato consapevole della moda. Se tu andassi a casa mia a Los Angeles, tu diresti “oh mio Dio, guarda quanta roba!”. Ho speso un sacco di soldi per l’abbigliamento nel corso degli anni perché penso non ci sia niente di peggio di un abito economico. E’ meglio avere un abito di Prada o di Thom Browne o Paul Smith nel tuo armadio, invece di tre schifosi.

Quindi, indossi sempre abiti?

No. Mi piace combinare le cose. Ho un paio di scarpe Berluti – che sono le migliori – e le abbino ad un paio di jeans logori e ad una t-shirt.

Gli hawaiani ti riconoscono quando non sei nei “superdry cargo” (pantaloni lunghi o corti che lui indossa) di McGarrett?

Ci sono 900.000 persone ad Oahu e di queste 895.000 guardano lo show. Ovunque io vada è sempre un “tu sei Steve McGarrett!”. L’originale Hawaii Five-0 è stato molto importante per lo Stato. Oggi, il tema della sigla viene suonato sugli aerei della compagnia hawaiana e come inno prima delle partite. E’ importante che in tutta onestà noi rappresentiamo questa cultura ed il popolo hawaiano, che ci ha ben accolti. La maggior parte dei miei fans sembra avere 65 anni, sebbene mi chieda dove siano le giovani e belle ragazze!


Per vedere le foto seguiteci nella nostra Gallery


Per le scan e l’intervista grazie a: HawaiiFive0fans.com

  • E’ vietata la riproduzione anche solo parziale di questo articolo/traduzione, sia in formato cartaceo sia telematico, senza indicarne provenienza, senza chiedere l’autorizzazione agli autori o i dovuti crediti al Blog.
  • Annunci

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...